Finanziamenti al Fotovoltaico e alle Energie Rinnovabili: una panoramica sulla situazione attuale del mercato.

In questo post voglio parlarvi delle varie oppurtunità di  costruzione impianto finanziamento per l'acquisto di un impianto da fonti rinnovabili che sono emerse sul mercato neli ultimi tempi. Ma prima di addentrarci concretamente nella materia facciamo un escursus sul meccanismo di incentivazione delle fonti rinnovabili e del fotovoltaico.

L'incentivazione alle Fonti Energetiche Rinnovabili ed in particolare al Fotovoltaico ha rappresentato per il mercato della produzione dell'Energia una oppurtunità importante che ne ha permesso la crescita e lo sviluppo. Le Fonti Energetiche Rinnovabili e il Fotovoltaico come sapete sono tecnologie ancora costose, e il costo di produzione del singolo kWh prodotto è molto alto e variabile a seconda della tecnologia utilizzata: eolica, a biomassa o fotovoltaico. A questo scopo il meccanismo di incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili si è reso necessario pressocché in tutta Europa con meccanismi diversi ma non molto dissimili tra loro.

In Italia il fotovoltaico è incentivato con il meccanismo del Nuovo Conto Energia (guarda una video presentazione), che premia la produzione del kWh/anno da Impianto Fotovoltaico con una tariffa che può variare da 0,36 € per ogni singolo kWh prodotto (per impianti di grosse dimensioni e posizionati su terreno) fino a 0,49 € per impianti residenziali posizionati su tetto e completamente integrati. L'unità di misura che identifica la potenza di un impianto fotovoltaico e quindi la sua capacità di produrre energia elettrica è il kWp. Ogni kWp di impianto fotovoltaico installato può produrre dai 1200 kWh/anno di energia elettrica nel nord italia fino a 1600/1700 kWh/anno di energia elettrica nel sud italia. Facendo due conti il fotovoltaico conviene! e soprattutto può rappresentare un investimento molto redditizio. Senonché a guastare la festa c'è il costo ancora abbastanza elevato del silicio a far lievitare il costo di un impianto fotovoltaico. Il suo costo si aggira dai 7000 €/kWp per un impianto di piccola taglia (e di buona qualità) fino a circa 5000 €/kWp per impianti di dimensioni maggiori.

Come ovviare a questo problema che sembra insormontabile? Per incentivare ulteriormente la costruzione di impianti fotovoltaici il GSE (Il Gestore dei servizi elettrici) ha messo a punto un sistema di cessione del credito derivante da incentivazione alla produzione di energia elettrica da Impianti Fotovoltaici, ed ha stipulato una convenzione con svariati Istituti di Credito per il finanziamento al fotovoltaico.

Grazie al meccanismo della Cessione del Credito è possibile acquistare un impianto fotovoltaico praticamente a costo zero ripagando il costo dell'investimento con la tariffa incentivante applicata sulla produzione totale dell'energia elettrica. L'energia elettrica prodotta è a disposizione per il titolare dell'impianto fotovoltaico per usufruirne per i propri consumi di energia elettrica.

Attualmente il panorama dei Finanziamenti al Fotovoltaico è abbastanza diversificato a seconda della taglia dell'impianto da finanziare. Da distinguere 3 grandi categorie: I piccoli impianti, i medi impianti, i grandi impianti.

Piccoli impianti fotovoltaici

Per i piccoli impianti sostanzialmente il problema del finanziamento al fotovoltaico è ricondotto ad un prestito personale o credito al consumo oppure ad un finanziamento chirografario fino al 100% delle spese necessarie alla costruzione dell'impianto fotovoltaico.

Medi impianti fotovoltaici

Per gli impianti fotovoltaici di taglia media, tipicamente impianti su capannoni industriali di medie e grandi aziende, la situazione è abbastanza frastagliata. In generale è difficile se non impossibile trovare un finanziamento al 100% del valore dell'impianto. Quantomeno è necessario anticipare l'IVA al 10%. Questo tipo di finanziamento che va dai 200.000 € fino ai 2.000.000 € viene in genere garantito ad aziende solide che possano garantire una sufficiente copertura del rischio per le banche. A mio parere questa categoria, che dovrebbe essere quella più importante da incentivare in quanto sono proprio le aziende che consumano energia e quindi capaci di apportare un maggiore risparmio energetico dall'impiego di fornti energetiche rinnovabili, è quella che ha meno possibilità di sviluppo. Questo tipo di finanziamento a mio parere resterà elitario e ad appannaggio di aziende già solide.

Grandi impianti (centrali fotovoltaiche)

Diverso è il discorso per le centrali fotovoltaiche (da 1 MWp in su). Attualmente il mercato dei finanziamenti in questo ambito è molto limitato e sostanzialmente si può dire che non sia ancora partito. Il 2009 in ogni caso si prospetta come l'anno della svolta dopo l'esperienza del 2008 che ha visto un grosso numero di aziende accaparrarsi autorizzazioni a costruire su terreni ubicati principalmente in Puglia e Sicilia (la Calabria è ancora bloccata dalla Regione che ha fermato da circa 7 mesi le autorizzazioni a costruire). In attesa che banche e fondi di investimento facciano le loro valutazioni e decidano di investire capitali in Start Up del Fotovoltaico (delle vere e proprie centrali localizzate per la produzione di energia elettrica), si è sviluppato un fiorente mercato delle autorizzazioni tant'è che attualmente si può pagare fino a 200.000 € per l'acquisto di una autorizzazione a costruire su di un terreno. Purtroppo di moduli fotovoltaici installati e pronti per la produzione di energia elettrica ancora non se ne vedono! Ma come già detto il 2009 sarà l'anno della svolta. Varie società estere di provenienza spagnola o tedesca stanno entrando nel mercato italiano e probilmente gia a partire da gennaio 2009 si vedranno vari cantieri venire alla luce.

Per approfondimenti visita questo sito.

Prova i nostri Servizi


Resta aggiornato sul mondo Green. Iscriviti alla Newsletter.

In omaggio riceverai in omaggio nella prossima newsletter l'articolo governativo che dimostra perché in Italia si vogliono affossare le Rinnovabili!

0 comments