Apollo 11 la missione che ha segnato il primo passo di un Uomo su di un altro Corpo Celeste

Apollo11. Ricorre oggi l'anniversario del primo passo compiuto da un Uomo sulla superficie della Luna. In realtà si tratta più in generale del primo passo umano su di un altro corpo celeste diverso dalla Terra. Armstrong, il primo uomo a mettere piede sulla Luna con voce emozionata pronuncia la storica frase: "One small step for man. One giant leap for mankind" (un piccolo passo per un uomo. Un grande balzo per l'umanità).

L'allunaggio dell'Apollo 11 era avvenuto il giorno prima alle ore 4,56 (ora italiana) non senza qualche complicazione in fase di discesa del modulo lunare brillantemente risolta dall'equipaggio formato da Neil Armstrong (comandante), Edwin Aldrin (pilota del modulo lunare denominato Eagle) e Michael Collins (pilota della navicella Columbia) rimasto in orbita lunare ad attendere il ritorno degli altri due Astronauti.

Se volete rivivere la storica missione dell'Apollo 11, la fondazione



J.F. Kennedy ha messo a punto uno spettacolare sito tutto in flash. E' possibile ripercorrere tutte le fasi dalla partenza all'allunaggio, dal ritorno alla quarantena forzata a cui sono stati sottoposti gli Astronauti per scongiurare la possibilità di virus lunari malefici per la razza umana fino ai festeggiamenti.


Ecco il sito, ne vale veramente la pena!

Armstrong, Aldrin e Collins accolti come Eroi al ritorno hanno avuto la fortuna e la bravura di imbarcarsi in una missione molto rischiosa ma che sarà ricordata nei secoli, e il loro nome resterà indelebile nella memoria dell'Umanità.


Molte le celebrazioni in questi giorni per gli eroi dell'Apollo 11. In Italia si ricorda la trasmissione Rai con Tito Stagno e Orlando che hanno dato un siparietto molto curioso sul momento esatto dell'allunaggio del modulo Eagle. Addirittura Google Earth sbarca sulla luna!


Ecco 100 curiosità da sapere sulle missioni lunari.

Nonostante questo c'è chi la pensa diversamente e cerca prove che dimostrino come gli americani non siano in realtà mai sbarcati sulla Luna. Tutto frutto di un'impeccabile regia! In america oltre il 5% degli abitanti non crede allo sbarco sulla luna, e anche qui in Italia certi programmi televisivi hanno sollevato dei dubbi. Un'ottima discussiona ricca di particolari la trovate qui. Una discussione più approfondita la trovate in inglese su wikipedia.


Esistono in rete anche alcuni filmati equivoci dello sbarco sulla luna. Eccone qualcuno



D'altra parte ci sono molte prove a favore dell'allunaggio di Apollo 11. Molte situazioni che sarebbero impossibili da riprodurre in uno studio. Come per esempio la questione della bandiera che apparentemente sventola.


Chi lo sa. Dico solo che le prove a favore dell'autenticità dell'allunaggio sono enormemente maggiori di quelle contro.


Ad ogni modo sapete qual'è il materiale più abbondante sulla Luna? Il Silicio......non vi viene in mente niente?


Prova i nostri Servizi


Resta aggiornato sul mondo Green. Iscriviti alla Newsletter.

In omaggio riceverai in omaggio nella prossima newsletter l'articolo governativo che dimostra perché in Italia si vogliono affossare le Rinnovabili!

5 comments

  1. Il Silicio? Immagina quanti pannelli solari si potrebbero costruire direttamente sulla Luna e sfruttare tanta di quella energia pulita da far passare la paura della fine del petrolio.
    Una curiosità: ad una conferenza dedicata al Sole e all'energia pulita, un docente confessò che per smantellare i pannelli solari avremmo sicuramente causato un inquinamento superiore a quello che produciamo ora. Che sia davvero così?
    Se ora tutti gli italiani decidessero di sistemare sul tetto della loro casa un bel po' di pannelli, pensi che si arriverebbe a delle quantità di scorie senza precedenti?
    Grazie.

    Ciao, sabrina

    RispondiElimina
  2. Ciao Sabrina,
    credo proprio che non sia così. Il Silicio non è un materiale pericoloso, anzi! So che ci sono molte aziende che si stanno attrezzando per lo smaltimento e il riciclo dei Moduli Fotovoltaici sarà un business anche quello.

    Altra cosa è invece l'utilizzo di materiali di supporto al Silicio per costruire i Moduli Fotovoltaici che potrebbero essere inquinanti e da smaltire.

    Non tutte le case produttrici di moduli fotovoltaici utilizzano materiali perfettamente ecocompatibili, ma di sicuro il vantaggio che c'è nell'utilizzare i moduli fotovoltaici è molto superiore ai vantaggi (nessuno) che si avrebbero non utilizzandoli.

    Carina l'idea di costruire mega centrali fotovoltaiche sulla Luna. Chissa' se ci arriveremo un giorno.

    Saluti

    RispondiElimina
  3. Molte aziende si stanno già attrezzando per lo smaltimento e il riciclo dei Moduli Fotovoltaici? Questa è proprio una bella notizia.

    Credo siano passati quasi due anni da quando in TV intervistarono un giovane ingegnere impegnato nella realizzazione di macchine a idrogeno. Ora, con la crisi del petrolio, è praticamente quasi necessario passare ad un combustile non solo meno inquinante, per ovvi motivi di salute, ma che sia "competitivo" con quello che già conosciamo: nessuno si sognerebbe di tornare alle carrozze e ai cavalli. Questo ingegnere dichiarava che le auto a idrogeno esistevano già da anni e che avevano raggiunto una potenza uguale a quella di un'auto a benzina (accelerazione, frenata, costi, ecc.), ma il passaggio "petrolio --> idrogeno era reso difficile da problemi economici.
    Anche nel discorso "energia pulita" vale la stessa cosa. La mia idea è che quando saremo davvero con una goccia di petrolio e con spese enormi da sostenere per riscaldarci gli ambienti o per raffreddarli, l'idrogeno e il silicio diventeranno i due elementi più importanti e la corsa alle "energie alternative" sarà davvero una corsa frenetica.

    Il silicio è uno degli elementi più abbondandi negli asteroidi: mi piace molto l'idea che lo spazio venga usato per preservare il nostro pianeta.
    Sulla Luna o su un meteorite, speriamo che una grande centrale fotovoltaica venga prima o poi costruita.
    Sabrina

    RispondiElimina
  4. Ciao Sabrina, I tuoi commenti sono sempre intelligenti e stimolanti. Grazie.
    L'idea di una centrale fotovoltaica nello spazio è molto affascinante, ma credo che per il momento sia una strada poco praticabile: ancora non abbiamo grande dimestichezza con lo Spazio e i viaggi spaziali, a dispetto delle missioni Apollo (sono passati 40 anni!).

    Per quanto riguarda l'Idrogeno sono sicuro che già possediamo la tecnologia per un completo sfruttamento di questo combustibile non inquinante. Per i soliti motivi tristemente noti non viene preso in considerazione e viene affossato. Qui trovi qualcosa sull'Idrogeno, in particolare ti consiglio questo post.

    Ciao ciao

    RispondiElimina
  5. Ciao Sabrina, I tuoi commenti sono sempre intelligenti e stimolanti. Grazie.
    L'idea di una centrale fotovoltaica nello spazio è molto affascinante, ma credo che per il momento sia una strada poco praticabile: ancora non abbiamo grande dimestichezza con lo Spazio e i viaggi spaziali, a dispetto delle missioni Apollo (sono passati 40 anni!).

    Per quanto riguarda l'Idrogeno sono sicuro che già possediamo la tecnologia per un completo sfruttamento di questo combustibile non inquinante. Per i soliti motivi tristemente noti non viene preso in considerazione e viene affossato. Qui trovi qualcosa sull'Idrogeno, in particolare ti consiglio questo post.

    Ciao ciao

    RispondiElimina