Guida alle Lampade a Basso Consumo. 3 Cose da Sapere per Scegliere al Meglio

Il rapido sviluppo tecnologico e i nuovi requisiti di legge a livello comunitario stanno modificando rapidamente il mercato dei prodotti per l'illuminazione. Questa tendenza incrementa le difficoltà, sia per i compratori domestici sia per quelli professionali, nell'avere una panoramica completa sui prodotti per l'illuminazione di buona qualità e nella selezione di prodotti di alta qualità in linea con le esigenze individuali.

Il Programma PremiumLight per l'Illuminazione a Basso Consumo

L'iniziativa PremiumLight, nata dalla collaborazione tra Legambiente e il Politecnico di Milano, vuole supportare i consumatori e gli acquirenti professionali del settore terziario nella selezione di sistemi di illuminazione di alta qualità ed energeticamente efficienti. Collegandosi al sito www.premiumlight.eu si potranno infatti analizzare i test eseguiti su 80 lampadine CFL e LED in vendita nel territorio europeo. In particolare, nel sito è possibile trovare i test effettuati su lampadine led, faretti led e lampadine CFL di diversi produttori.


Non tutte le lampade testate soddisfano i requisiti imposti dalla comunità europea ne quanto riportato sulla scatola. Per aiutare inoltre il consumatore ad imparare a scegliere le lampadine a basso consumo, il progetto suggerisce un approccio semplice in 3 passi utile alla selezione di una buona lampadina.

1 - DOVE E COME ILLUMINARE

Verificare l'utilizzo e il luogo di installazione della lampadina. Ogni locale necessita di un tipo di lampadina a seconda dell'uso e del tipo di luce necessaria. Pertanto è opportuno verificare il tipo di lampadina più adatto al locale e all'utilizzo.

Verificare le possibilità di sostituzione delle vecchie e inefficienti lampadine con CFL e LED, e scegliere il tipo di lampadina.

Verificare la luminosità della lampadina. Verificare la luminosità della lampadina, ovvero il flusso luminoso desiderato per la lampadina da scegliere. Il flusso luminoso deve corrispondere a quello della lampadina sostituita.

2 - CRITERI DI SCELTA (qualità e efficienza)

Prima di recarsi presso il negozio o cercare in internet è essenziale informarsi sui criteri di efficienza e di qualità da prendere in considerazione.
• colore della luce (temperatura di colore)
• resa cromatica
• vita della lampadina
• efficiacia (efficienza energetica)


La tabella sotto riporta livelli consigliati dal progetto PremiumLight per lampadine efficienti e di alta qualità



Informazioni su prodotti presenti sul mercato che soddisfino tali criteri sono offerte su ad esempio su http://lampadeledfacile.blogspot.com.

3 - TROVARE LA LAMPADINA CON LE SPECIFICHE TECNICHE DESIDERATE

Le informazioni importanti per la scelta della lampadina dovrebbero essere riportate sull'imballaggio (o nelle informazioni sul prodotto negli shop on line). Ecco una semplice guida sulle caratteristiche tecniche riportate sui prodotti.

  • Potenza richiesta in Watt rispetto alla lampadina a incandescenza equivalente?

Viene mostrata la potenza richiesta della lampadina e comparata con quella di una lampadina ad incandescenza con pari luminosità. L'informazione è utile per la selezione corretta della lampadina in caso di sostituzione di una lampadina ad incandescenza.

  • Lumen: flusso luminoso (luminosità della lampadina)?

I lumen indicano il flusso luminoso (luminosità) della lampadina.

  • Durata di vita media in ore/anni (tempo dopo il quale metà dei prodotti di questo modello cessa di funzionare)

La durata di vita media espressa in ore indica il numero di ore dopo il quale almeno il 50% dei prodotti di questo modello cessa di funzionare.

  • Temperatura di colore in Kelvin (K): luce calda, neutra o fredda?

La cosiddetta temperatura di colore indica il colore della luce di una specifica lampadina. 2700-3200K = bianco caldo | 3500K-5000K è bianco neutro-freddo | >5000K è bianco freddo.

  • Contenuto di mercurio

Il mercurio è contenuto solo nelle lampadine fluorescenti compatte (CFL). Per le migliori lampadine dovrebbe essere inferiore a 1,5mg.

  • Indice di resa cromatica

L'indice di resa cromatica indica la fedeltà di riproduzione dei colori reali di un oggetto. ?Il valore massimo è Ra=100. Un Ra di 80 è accettabile, >90 è molto buono.

  • Opzione di dimmerabilità?

Nel caso si desideri regolare la luce della lampadina in intensità, va verificata la dimmerabilità (verificare la presenza del simbolo corrispondente).

  • Tempo di raggiungimento del 60% della luminosità

Le lampade fluorescenti hanno un tempo di "riscaldamento" prima di fornire il flusso luminoso massimo. Se la lampadina è utilizzata in un locale con necessità di illuminazione immediata (esempio: locali igienici) sarà necessario scegliere lampadine con un tempo di riscaldamento breve.

  • Numero di cicli di accensione?

Le caratteristiche di accensione e spegnimento indicano quante volte la lampadina può essere accesa/spenta prima di fulminarsi. Per luoghi con cicli frequenti di accensione e spegnimento è necessario scegliere lampadine con valori elevati di questo parametro.

  • Classe di efficienza riportata nell'etichetta energetica?

Le lampade fluorescenti compatte dovrebbero appartenere almeno alla classe A, i LED alla classe A+.?Al momento sul mercato non sono presenti lampadine nella classe A++

  • Consumo energetico in kWh per 1000 ore di funzionamento

 

Prova i nostri Servizi


Resta aggiornato sul mondo Green. Iscriviti alla Newsletter.

In omaggio riceverai in omaggio nella prossima newsletter l'articolo governativo che dimostra perché in Italia si vogliono affossare le Rinnovabili!

0 comments