Adeguare il Tuo Impianto Fotovoltaico. Ecco Come Fare.

Tutti gli Impianti Fotovoltaici entrati in esercizio prima del 31 marzo 2012 e di potenza nominale superiore a 6kWp ma inferiore a 20 kWp sono stati destinatari negli ultimi tempi di una comunicazione da parte del GSE che li invita ad adeguare tali impianti alla delibera AEEG n.243/13.

In realtà non si tratta proprio di un invito ma di un obbligo pena spospensione degli incentivi. La delibera è stata pubblicata il 6 giugno 2013 scorso, dove l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) stabilisce regole e scadenze per l’adeguamento obbligatorio di tutti gli impianti fotovoltaici attivi sul territorio nazionale di potenza superiore ai 6 kWp, entrati in esercizio prima del 31 marzo 2012.

L’adeguamento serve a rendere più stabile e sicura la rete elettrica nazionale, anche in seguito al forte incremento di installazioni di impianti fotovoltaici avvenuta negli ultimi anni. Già dal 6 Giugno 2012 sono entrate in vigore le nuove regole per l'allaccio degli impianti fotovoltaici alla rete elettrica nazionale della norma CEI 0-21, a cui la delibera in oggetto si riferisce. Tutti gli impianti fotovoltaici allacciati alla rete dopo giugno 2012, infatti, sono già in linea con questa normativa, il cui adeguamento è stato recepito dai costruttori che hanno dovuto modificare i propri Inverter.

La delibera impone modi e tempi: nello specifico le scadenze per l’adeguamento degli impianti con potenza compresa tra 6 kW e 20 kW connessi alla rete BT devono essere adeguati entro il 30 Aprile 2015.

Siamo dunque agli sgoccioli. Bisogna affrettarsi in quanto come detto il mancato adeguamento degli impianti fotovoltaici alla delibera AEEG n.243/13 comporta la sospensione degli incentivi!

Ecco come Adeguare il Tuo Impianto Fotovoltaico alla delibera AEEG n.243/13

adeguamento protezione di interfaccia

Per adeguare il tuo Impianto Fotovoltaico alla delibera AEEG n.243/13 è sufficiente adeguare le regolazioni delle protezioni di interfaccia esistenti, con riferimento alle frequenze 49Hz-51Hz (campo ridotto rispetto all’allegato A70, ma già previsto su tutti gli impianti BT per effetto delle previgenti disposizioni dei distributori) e alle tensioni 0.85Un – 1.1Un.

L'adeguamento riguarda:
  1. sia alle protezioni di interfaccia esterne, installate negli impianti fotovoltaici superiori ai 6kWp;
  2. agli inverter dotati del dispositivo di interfaccia interno.
In pratica se avete installato nel vostro impianto fotovoltaico
  1. un inverter trifase dotato di protezione di interfaccia interna sarà necessario aggiornarlo alle frequenze menzionate di sopra;
  2. se avete installato più inverter monofase o trifase e accoppiata agli inverter una protezione di interfaccia esterna, sarà sufficiente aggiornare alle frequenze suddette la Vs. protezione di interfaccia.
In pratica è necessario:
  1. Compilare un nuovo Regolamento di Esercizio, accompagnato da dichiarazione di un professionista o responsabile tecnico di impresa abilitata che assevera l’adeguamento dell’impianto;
  2. Modificare la taratura dell’inverter e/o del dispositivo di interfaccia esterno (se presente).
Se non sei un tecnico e non sai come adeguare il tuo impianto fotovoltaico alla delibera 243/13 contatta una delle nostre aziende locali per un consulto gratuito e senza impegno.

In cosa si incorre se non si adegua il proprio impianto alla delibera 243/13

L’Autorità ha chiarito che il mancato adeguamento da cui alla Delibera 243/13, comporta non solo la sospensione degli incentivi (cosa già accaduta in alcuni casi per la Delibera 84/12), ma anche la sospensione di altre misure specifiche come il meccanismo dello scambio sul posto o del ritiro dedicato.

Quando non è necessario adeguare il proprio impianto alla delibera 243/13

La delibera 243/2013/R/eel, prevede che vengano adeguati entro il 30 Aprile 2015 tutti gli impianti connessi in bassa tensione alla data del 31 Marzo 2012 di potenza compresa tra i 6kW e 20kW.
Per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici che sono entrati in esercizio tra il 01 Aprile 2012 e il 30 Giugno 2012, ad oggi rimane in vigore quanto prescritto dall’allegato A70 di Terna e dalla delibera 84/2012/R/eel, i quali prevedevano che gli inverter connessi alla rete dovevano essere dotati di dispositivo di interfaccia tarato in modo tale da evitare lo stacco nell’intervallo di frequenza 49,5 Hz e 51,5Hz.

A tal proposito il Distributore nel valutare la pratica di fine lavori per dar seguito all’allacciamento dell’impianto richiedeva un documento sotto forma di atto notorio compilato da un professionista nel quale si dichiarava che erano stati impostati i parametri di frequenza sopra citati.

Per tali impianti fotovoltaici non serve pertanto effettuare alcun adeguamento.

Conclusioni

In conclusione si tratta di un adeguamento obbligatorio per impianti fotovoltaici entrati in esercizio entro fine Marzo 2012 molto importante in quanto potrebbe comportare la sospensione degli incentivi. Se non vuoi incorrere in questo tipo di problemi e non hai ancora adeguato il tuo impianto non attendere ulteriormente. Se aspetti gli ultimi giorni potrebbe esserci un problema di congestionamento che potrebbe far lievitare i costi di adeguamento in maniera spropositata!
Il mio consiglio è rivolgiti subito ai nostri installatori di zona richiedendo un consulto gratuito qui fin da ora. 

Non dimenticare di condividere questo articolo nel qual caso ti fosse piaciuto! Oppure lasciami un commento di sotto.

Prova i nostri Servizi


Resta aggiornato sul mondo Green. Iscriviti alla Newsletter.

In omaggio riceverai in omaggio nella prossima newsletter l'articolo governativo che dimostra perché in Italia si vogliono affossare le Rinnovabili!

0 comments